© Federico Villa Studio

press to zoom

© Federico Villa Studio

press to zoom

press to zoom

© Federico Villa Studio

press to zoom
1/39

Un appartamento per una giovane coppia di professionisti nel mondo dell’arte, studiata per integrare alcuni arredi d’epoca, un’ampia biblioteca e alcune opere in un contenitore accogliente e luminoso.

 

Un progetto che attraverso nuovi colori, arredi e finiture ha ridefinito completamente l’atmosfera e la percezione dello spazio, aggiungendo una camera ma senza stravolgere drasticamente l’esistente.

 

Gli elementi caratterizzanti la zona giorno sono il nuovo ingresso e le tre soglie che definiscono lo spazio tra cucina e soggiorno.

 

L’ingresso è separato dallo studio da una nuova parete attrezzata, decorata con carta da parati Cole&Son “Chiavi Segrete” di Fornasetti e da alcuni pomelli storici in vetro recuperati dalla vecchia casa di famiglia.

 

Il soggiorno, definito dalla grande libreria destinata ad accogliere la vasta collezione di libri d’arte dei proprietari, è caratterizzato dalla compresenza di arredi storici — un cassettone e le sedie da pranzo — provenienti dalla casa di famiglia, alcuni pezzi di modernariato, come la poltrona anni '50 in pelle e il tavolo in vetro disegnato da Carlo Scarpa, e alcuni arredi e complementi contemporanei. Il nuovo colore delle pareti, un grigio-azzurro, contribuisce a dare uniformità all’ambiente.

 

Cucina e soggiorno sono in continuità attraverso tre soglie sottolineate da nuovi portali in laccato chiaro, a contrasto con il colore delle pareti; due delle tre sono caratterizzati da mobili contenitivi con ante in pannelli fresati.

Il paraschizzi a specchio della cucina e il piano in acciaio inox contribuiscono ad ampliare otticamente lo spazio e riflettono le tre soglie e il soggiorno.

 

Le camere da letto sono caratterizzate ognuna da una precisa gamma cromatica e da una carta da parati che ne determina l’atmosfera.

NEARLY EVERYTHING

PCN

ALMOST NOTHING